Vai menu di sezione

News

Patrono dei Forestali, Celebrata la festa nel vivaio San Giorgio di Olle

  • Nel corso della festa di San Giovanni Gualberto, patrono del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento, un riconoscimento è stato dato ai pensionati del Corpo forestale e delle altre strutture forestali, con la motivazione “con stima e riconoscenza per il servizio prestato nella Provincia autonoma di Trento a favore della collettività e per la conservazione delle risorse forestali e montane”.
  • Data di pubblicazione: 15/07/2019

Domani la Giunta ad Olle per San Gualberto

  • Trasferta in Valsugana domani per la Giunta provinciale di Trento che parteciperà alle celebrazioni per la ricorrenza di San Gualberto, patrono dei forestali
    L'esecutivo, prima di trasferirsi a San Giorgio, frazione di Olle (Comune di Borgo Valsugana), terrà una breve riunione nella sede di Piazza Dante.
    Le celebrazioni per San Gualberto inizieranno alle 10.30 con la messa. Seguiranno alcune relazioni riassuntive degli interventi effettuati a seguito della calamità di fine ottobre.
    Alle 12 è previsto l'intervento del presidente della Provincia, Maurizio Fugatti cui farà seguito la consegna di alcuni riconoscimenti al personale.

  • Data di pubblicazione: 11/07/2019

San Giovanni Gualberto, i Forestali festeggiano il patrono

  • Venerdì 12 luglio in località San Giorgio ad Olle, nel comune di Borgo Valsugana
  • Venerdì 12 luglio i Forestali trentini festeggiano il loro patrono, San Giovanni Gualberto. La giornata, che inizierà alle ore 10.30 con la celebrazione religiosa, è stata organizzata in località San Giorgio nella frazione di Olle nel comune di Borgo Valsugana.
  • Data di pubblicazione: 10/07/2019

Piano per contrastare il dissesto idrogeologico: le precisazioni della Provincia

  • Il Dipartimento della Protezione civile, impegnato nella ricostruzione post Vaia, aveva chiesto al Ministero una proroga di 15 giorni per la definizione degli interventi
  • In merito a quanto riportato da un quotidiano online sul finanziamento statale per la mitigazione del dissesto idrogeologico cui il Trentino non ha avuto accesso, la Provincia autonoma di Trento rende noto quanto segue.
  • Data di pubblicazione: 06/07/2019

Iscrizioni aperte al Convegno Internazionale 'Anticipation and communication of natural risks' 21-22 October 2019, Trento

  • Il 21-22 ottobre 2019 si terrà a Trento il Convegno Internazionale 'Anticipation and communication of natural risks'.
    Il Convegno è organizzato nell'ambito del progetto europeo Life FRANCA (Flood Risk ANticipation and Communication in the Alps) che promuove l’anticipazione e la comunicazione del rischio alluvionale nelle Alpi.
    Il Convegno intende analizzare sotto molteplici punti di vista, con il contributo di esperti italiani e stranieri, il tema delle alluvioni: dalla fenomenologia dei fenomeni naturali e la loro incertezza di previsione, alle dinamiche sociali di lungo periodo, dalla promozione di una cultura dell’anticipazione e la prevenzione dei rischi alla comunicazione verso decisori e cittadini nella consapevolezza che la sicurezza totale non può essere garantita.
  • Data di pubblicazione: 05/06/2019

Progetto HyMoCARES - Target groups Meeting Alpine Space Project

  • Martedì 11 giugno 2019 presso il MUSE, il team del progetto Alpine Space HyMoCARES organizzerà una giornata di presentazione dello stato di avanzamento del progetto e un approfondimento della tematica delle terre e rocce da scavo nell'ambito della gestione dei sedimenti fluviali.
    Nel pomeriggio, è prevista una visita al caso studio relativo all'intervento di riqualificazione del fiume Adige, in zona Ischiello.
  • Data di pubblicazione: 05/06/2019

Esperienze nella gestione dei sedimenti fluviali: un Tavolo di Lavoro promosso dalla PAT sul tema della gestione dei sedimenti fluviali in ambito a...

  • Un confronto tra tecnici, amministratori e gestori sul tema della gestione dei sedimenti in bacini idrografici dove sono presenti uno o più invasi artificiali.
  • Data di pubblicazione: 16/05/2019

A Mezzana il ricordo di Cipriano Bresadola

  • La Val di Sole ha ricordato Cipriano Bresadola, nato ad Ortisè nel 1885 e protagonista della storia delle sistemazioni-idraulico forestale del Trentino contemporaneo.
  • Data di pubblicazione: 16/05/2019

Progetto HyMoCARES - Fluitazione dei sedimenti e loro impatto ambientale.

  • Incontro pubblico il 3 maggio alle ore 18:00, presso il Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme.
    Durante l’incontro saranno illustrare le attività di monitoraggio e gli aspetti tecnici della fluitazione del bacino di Pezzè di Moena, prevista nel mese di maggio 2019.
  • Data di pubblicazione: 23/04/2019

Dimaro: presentati tutti gli interventi per la mitigazione del pericolo nell'area del rio Rotian

  • Ieri sera un incontro con la popolazione al teatro comunale
  • “Una serata sui progetti degli interventi già fatti e su quelli che verranno portati avanti in futuro, con l’ascolto comprensibile e legittimo di chi vuole fare domande e portare in evidenza criticità o preoccupazioni, ma nella direzione di dare maggiore sicurezza al territorio” così il presidente della Provincia autonoma di Trento ha definito l’incontro svoltosi ieri sera a Dimaro, in un affollato teatro comunale che ha visto sul tavolo dei relatori, oltre allo stesso presidente, l’assessore all'agricoltura e foreste, i sindaci di Dimaro e Commezzadura, il dirigente generale modellista Grandi Opere e ricostruzione Raffaele De Col, i tecnici del servizio Bacini Montani Roberto Coali e Andrea Casonato. “Il vostro territorio, così duramente colpito, ha mostrato fin da subito la forza di rialzarsi – ha sottolineato il governatore – la comunità ha mostrato una grande capacità di reagire, mettendo in campo tutta la propria coscienza civica. Anche da parte dell’amministrazione è stato fatto il possibile per avviare in tempi brevi la ricostruzione, investendo risorse e con l’apporto di tutti, tecnici e rappresentanti istituzionali di maggioranza e di opposizione”. Un ringraziamento particolare è stato rivolto anche dall'assessore all'agricoltura e foreste ai servizi provinciali, ai Vigili del fuoco, alla Protezione civile. “Dimaro ha dato un grande esempio di comunità, affrontando una situazione drammatica. Adesso guardiamo al futuro, investendo in progetti di messa in sicurezza”, ha detto ancora l’assessore.
    Come spiegato nel corso della serata, gli interventi per la messa in sicurezza del conoide del rio Rotian si suddividono in tre tranche: nella parte alta sono state trovate soluzioni per contrastare l’eventuale innesco di materiale, nella parte media per aumentare la capacità di laminazione dei detriti e nella parte bassa per l’adeguamento della deviazione del torrente, che si getta nel Noce proprio a fianco dell’abitato di Dimaro. Intanto, la buona notizia data agli sfollati è che potranno rientrare nelle loro case ragionevolmente nella prima estate prossima, a seguito di tutti i controlli necessari di sicurezza effettuati dalla Protezione civile.
  • Data di pubblicazione: 13/04/2019
torna all'inizio del contenuto
Pubblicato il: Lunedì, 12 Novembre 2018 - Ultima modifica: Venerdì, 22 Novembre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto