Dal 2 al 6 marzo la manovra periodica del 2020
Attività periodica alla galleria Adige-Garda

24/02/20217 - Nella settimana dal 2 al 6 marzo p.v. è prevista la manovra periodica alla Galleria Adige-Garda. L'operazione, effettuata con cadenza annuale dal Servizio Bacini montani, è un’attività funzionale per verificare e garantire l’efficienza degli organi di manovra che governano le paratoie poste all'imbocco. La manovra ha una durata di circa due giornate e le effettive operazioni di apertura delle paratoie sono di norma eseguite nell'arco di una giornata.
La Galleria Adige-Garda è un’opera fondamentale per il controllo e la difesa idraulica della parte meridionale del Trentino e settentrionale della provincia di Verona, permettendo di controllare la portata di piena del fiume Adige riversandone, se necessario, parte delle acque nel lago di Garda.

La manovra periodica viene eseguita a cadenza annuale e permette di verificare la funzionalità e l’efficienza di tutte le componenti e testare le procedure di intervento. In tale occasione, è previsto anche il dragaggio del materiale fangoso/limoso accumulatosi nel bacino di ingresso a Mori, al fine di garantire il corretto funzionamento delle paratoie e dei panconi, asportando il materiale che vi si accumula contro, ed evitare che il materiale possa creare intralcio all'operatività delle paratoie e confluisca nel lago di Garda durante l’apertura.

Le attività di manovra prevedono dapprima l'apertura delle 4 luci, una alla volta, per circa 10/15 minuti, con portata massima fino a 50 m³/s e successivamente vengono aperte tutte e 4 le paratoie contemporaneamente per circa 10 minuti. Le effettive operazioni di apertura delle paratoie durano circa 4-5 ore. Solitamente la quantità totale di acqua che confluisce nel lago di Garda è di circa 160’000 - 180’000 m³ e, considerando che la superficie del lago è pari a circa 368 km², il volume apportato contribuisce ad un aumento teorico di circa 0,5 mm (5 decimi di millimetro). Il tutto avviene nel rispetto di precisi protocolli e procedure che stabiliscono modalità e tempi dell’operazione in base alla quantità di limo e sabbie che si depositano nel bacino di carico, fra le griglie di presa e lo sbarramento. Le operazioni sono monitorate anche dall'Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente (APPA) che esegue i controlli sulla qualità delle acque sia del fiume Adige che del lago di Garda.

Durante il periodo di svolgimento sono vietate la navigazione e le attività in genere sul lago di Garda per un raggio di 200 metri dallo sbocco della Galleria Adige-Garda. Il presidio ed il controllo in prossimità dello sbocco sono garantiti dal personale del Corpo Forestale del Servizio Bacini Montani e della Stazione Forestale di Riva del Garda, in collaborazione con i vigili del fuoco volontari di Nago-Torbole e Riva del Garda.

FAQ

Cos'è il dragaggio?

E' la rimozione meccanica del materiale fangoso/limoso dal fondale.

 

Perché viene fatto il dragaggio del bacino all'ingresso della Galleria Adige-Garda?

Per garantire il corretto funzionamento delle paratoie e dei panconi, asportando il materiale che vi si accumula a ridosso, ed evitare che lo stesso materiale confluisca nel lago di Garda durante la manovra periodica.

 

Cosa sono le paratoie?

Le paratoie sono degli elementi che, alzandosi o abbassandosi, permettono di regolare il deflusso delle acque di un corso d'acqua o di un canale.

 

Come si fa a riparare una paratoia senza che le acque del fiume Adige confluiscano al lago di Garda?

A monte delle paratoie vengono posizionate delle barriere, dette panconi, che hanno la funzione di isolare la paratoia dalle acque del fiume Adige per poter intervenire sulla paratoia da manutentare. Durante la manovra periodica della Galleria Adige-Garda vengono eseguite anche le prove di montaggio e tenuta dei panconi.

 

In cosa consiste l'apertura della Galleria Adige-Garda durante la manovra?

Si esegue una prova, per ciascuna delle 4 paratoie, sollevandole, una alla volta, di qualche decina di centimetri per circa 10/15 minuti. Infine, si esegue una verifica sollevando le 4 paratoie assieme per circa 10 minuti.

 

Perchè il divieto di navigazione e le attività in genere sul lago di Garda, per un raggio di 200 metri, dallo sbocco della galleria Adige-Garda dura una settimana?

La comunicazione dell'apertura della Galleria Adige-Garda è fatta dal Servizio Bacini montani con più di un mese di anticipo agli enti e Strutture interessate e, in tale occasione, è individuata una settimana entro la quale si prevede di effettuare la manovra. Le effettive giornate di apertura dipendono dalle condizioni meteorologiche e da eventuali imprevisti che possono sopraggiungere.

 

Chi partecipa alle attività?

La manovra è eseguita dal personale del Servizio Bacini montani. Collaborano per il presidio ed il controllo in prossimità dello sbocco il Corpo Forestale Trentino e la Stazione Forestale di Riva del Garda, in collaborazione con i vigili del fuoco volontari di Nago-Torbole e Riva del Garda.

Luogo

Condividi

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto